Bagno shop

Come eliminare la muffa dal box doccia

Come eliminare la muffa dal box doccia

Come nasce la muffa nel box doccia

Avere muffa in casa è estremamente fastidioso, ma in molti casi bastano pochi colpi di spugna e prodotti naturali per eliminarla e alcune semplici accortezze per evitare che si riformi. La muffa spunta solitamente nelle zone più umide e meno arieggiate, per cui nel box doccia è facilissimo che qualche minimo deposito di muffa nasca spontaneamente, soprattutto negli angoli, nelle fughe delle piastrelle e nelle zone dove si accumula l'umidità e sono più difficili da raggiungere durante el pulizie. Quando la muffa comincia a formarsi è importante eliminarla prontamente, per evitare che si moltiplichi colonizzando il box doccia. 

Eliminare la muffa

Ritrovarsi con la muffa nel box doccia non è un problema insormontabile. Innanzitutto bisogna rimuovere la muffa dalle pareti e dal piatto con uno straccio umido, grattando leggermente la superficie. Questo eliminerà la parte superficiale di parassiti. Ora è necessario preparare un secchio d'acqua con una tazza di bicarbonato di sodio. Quest'ultimo è un ottimo detergente e disinfettante naturale. Una volta preparato, questo composto va applicato nelle zone dove è visibile la muffa. Il bicarbonato non danneggia nè il piatto doccia nè le piastrelle nè le pareti, sia in vetro che in plastica. Il bicarbonato deve essere lasciato agire per circa un'ora, in modo che abbia il tempo di assorbire e distruggere la muffa. Trascorso questo periodo si può procedere al risciacquo. Se rimangono ancora tracce visibili di muffa è necessario ripetere l'applicazione.

Pulire il box doccia con l'aceto

L'aceto bianco è un prodotto del tutto naturale e perfetto per moltissime pulizie di casa, fra cui l'igienizzazione del box doccia. L'aceto crea un ambiente umido che rende difficile lo sviluppo delle muffe ed è anche perfetto per eliminare quelle che si sono già formate. Per pulire la muffa nel box doccia è sufficiente passarla con un panno bagnato in una soluzione di acqua tiepida e aceto bianco. Per eliminare definitivamente ogni deposito è bene raschiare leggermente, con un panno non abrasivo, le pareti o il piatto doccia nel punto in cui si è formata la muffa, in modo da togliere anche i depositi attaccati al box. Una volta pulito tutto il box doccia è bene provvedere ad un risciacquo, per eliminare anche i residui di aceto. Il box doccia va quindi asciugato, perché l'umidità residua è la migliore amica della muffa. L'aceto è anche un buon anticalcare naturale, per cui si può utilizzare anche per eliminare i residui calcarei dalle pareti del box e dal soffione della doccia.

Prevenire la formazione di muffa nel box doccia

Il metodo più semplice per eliminare la muffa dal box doccia è prevenirne la formazione. Per farlo è necessario pulire il box dopo ogni utilizzo. Innanzitutto è necessario risciacquare eventuali depositi di sapone o shampoo, per evitare che si formi un'antiestetica patina giallastra, costituita da sapone secco, che farà da vivaio per le muffe. Visto che questi funghi prosperano nell'umidità è bene asciugare il box, facendo attenzione a tutte le zone in cui l'acqua si può depositare. Questo può avvenire ad esempio nelle fughe delle piastrelle, negli angoli del piatto doccia oppure fra le cerniere dell'apertura. Per lasciare asciugare i residui e disperdere l'umidità sarebbe meglio lasciare il box aperto dopo ogni utilizzo. Tenendo sempre asciutto e areato il box doccia si eviterà la formazione di muffe.