Bagno shop

Come pulire il box doccia: consigli utili

Come pulire il box doccia: consigli utili

Si tratta senza dubbio di una delle incombenze meno gradite nelle pulizie di casa: stiamo parlando della pulizia del box doccia. Spazi angusti, immancabili residui di sapone e depositi di calcare rendono questa operazione piuttosto ostica, eppure è importante dedicarsi all'igienizzazione box doccia per evitare la formazione di muffe e salvaguardare la salute nostra e quella dei nostri cari. Vediamo allora come farlo in poco tempo, in modo efficace e con metodi naturali.

Aceto, bicarbonato di sodio e limone: il rimedio della nonna

Non occorre acquistare detergenti al supermercato: per pulire il box doccia può rivelarsi perfetto un mix di bicarbonato di sodio, aceto bianco e limone. Si tratta di un antico rimedio della nonna che però ancora oggi offre risultati ottimali con prodotti presenti in ogni dispensa ed assolutamente naturali.

Come eliminare il calcare dal soffione della doccia

Il primo elemento a cui ci dedicheremo è il soffione della doccia. In questo punto il deposito di calcare è quasi inevitabile e un'acqua particolarmente dura potrebbe danneggiarlo seriamente se non provvediamo alla rimozione periodica dei forellini. Le ostruzioni da calcare poi provocherebbero un afflusso ridotto di liquido, costringendoci a fare il bagno sotto un filo d'acqua che sicuramente toglierebbe la sensazione di relax ai nostri momenti. Come fare per riaprire i fori otturati dal calcare? Una soluzione di aceto bianco diluito in acqua tiepida è un vero toccasana. Dopo aver immerso il soffione per almeno due ore strofinare la superficie aiutandosi con uno spazzolino da denti usato per eliminare ogni residuo. 

Per le concrezioni che si formano ai margini del box, tra le intersezioni dei pannelli, invece possiamo utilizzare un mix di aceto bianco, succo di limone e bicarbonato di sodio. Tale composto è particolarmente efficace sul piatto della doccia, che dopo essere stato trattato con l'ausilio di una spugna abrasiva tornerà a brillare come nuovo.

Come pulire le pareti del box doccia

Le pareti del box doccia possono essere in vetro o in plastica. In ogni caso le gocce d'acqua che vanno a depositarsi sulla superficie formeranno delle antiestetiche macchie biancastre. Per rimuoverle è necessario preparare un composto con due parti di aceto bianco e una di acqua, che porremo poi all'interno di un dosatore spray. Si agita bene e poi si spruzza, risciacquando subito dopo. Per evitare che si formino nuovi aloni, è bene anche provvedere all'eliminazione dell'acqua residua con un tergivetro per doccia, di quelli che si usano per il parabrezza dell'automobile. Asciugare le pareti con il tergivetri dovrebbe essere una sana abitudine da adottare ogni volta che facciamo la doccia. In questo modo le goccioline verranno rimosse all'istante e la formazione di depositi di calcare risulterà molto meno intensa. 

Rimuovere i residui di sapone

I residui di sapone possono rappresentare un terreno perfetto per la formazione di germi e batteri. Per evitare di rendere lo spazio doccia un luogo tutt'altro che sano e salubre è quindi importante provvedere alla rimozione periodica dei residui di sapone. Un composto di aceto bianco, alcool denaturato e acqua calda può rivelarsi utilissimo per la pulizia della base delle pareti e di tutti quei punti in cui il sapone tende ad accumularsi formando anche antiestetiche macchie nere.