Bagno shop

Come realizzare un bagno per disabili

Come realizzare un bagno per disabili

Grazie all’ampia gamma di prodotti appositamente selezionati da Bagnoshop per venire in contro alle esigenze delle persone con disabilità, il bagno per disabili può essere realizzato assicurando sicurezza, confort e gradevolezza estetica. L’eliminazione delle barriere architettoniche, l’uso di materiali molto resistenti, sanitari idonei ai diversi ambienti e alle differenti necessità dei fruitori, e, non ultimo per importanza, la cura del design possono consentire spazi di autonomia per godere a pieno di una intimità rassicurante, immersi in un ambiente caldo e confortevole. Fatto salvo l’uso di porte possibilmente a scorrimento con maniglie dalla presa sicura e una pavimentazione realizzata con materiali antisdrucciolo e antiscivolo, nel progettare un bagno per disabili, soprattutto se con difficoltà motorie, bisogna trovare la soluzione migliore scegliendo con cura tra i principali articoli sanitari disabili e gli altri ausili di complemento (maniglioni, corrimano, ecc.).

Quale lavabo per disabili scegliere

Per la scelta del lavabo ergonomico vanno preferiti i modelli a parete, privi cioè di colonne che impedirebbero l’accostamento delle carrozzine al di sotto di esso, e dotati di una certa ampiezza per evitare che l’acqua versandosi sul pavimento lo renda scivoloso. Numerose sono le soluzioni innovative proposte da Bagnoshop per assicurare la massima efficienza o per venire in contro a particolari esigenze di spazio. Il lavabo ergonomico con appoggia avambracci, della ditta Civita Cromo, ad esempio, può essere facilmente inclinato tramite un agevole maniglione frontale, mentre con il lavabo regolabile Flex si può intervenire elettronicamente regolandone l’altezza, prodotto questo particolarmente indicato sia in ambito privato, che all’interno dei centri di assistenza per disabili. Per quanti poi abbiano particolari problemi di spazio si può scegliere il lavabo mobile Missisipi, orientabile per un uso frontale o laterale, ideale se si volesse lavarsi le mani trovandosi ancora seduti sulla tazza del sanitario.

Lo spazio bagno disabili

Assicurare la dovuta privacy a un portatore di disabilità comporta senza ombra di dubbio la possibilità di accedere autonomamente all’area dedicata al water. Predisporre uno spazio laterale idoneo a lasciare la carrozzina è solo uno degli accorgimenti. Infatti, nella realizzazione di un bagno per disabili di fondamentale importanza risulta la scelta sia del il tipo di sanitario che degli ausili posti ai suoi lati per agevolare il trasferimento in tutta sicurezza. Sono certamente da preferire i modelli sospesi, collocati ad un’altezza tale che l’utilizzatore possa poggiare la pianta dei piedi dalla posizione seduta e corredati da almeno una impugnatura di sostegno ribaltabile, con o senza portarotolo. Generalmente questi sanitari presentano un’apertura frontale per favorire le operazioni di pulizia intima, ma se si vuole ottenere il massimo confort ci si può rivolgere ad una delle proposte di Bagnoshop inerenti le eleganti e funzionali pareti attrezzate per disabili della Civita Cromo, munite di doccette flessibili, utilizzabili a temperatura controllata ed estremamente comode da maneggiare per svolgere un’efficace e comoda funzione bidet.

Piatti doccia e vasche per disabili la giusta scelta

Rigenerare spirito e corpo traendo tutto il beneficio possibile da una rilassante doccia tiepida o addirittura da un idromassaggio, attraverso le proposte di Bagnoshop, non è solo possibile ma anche auspicabile, soprattutto pensando a quanto questa funzione possa avere importanza per persone portatrici di disabilità. Tra i piatti doccia proposti, tutti realizzati con materiali antiscivolo, altamente resistenti e idonei a permettere un accesso facilitato, spiccano per funzionalità e gradevolezza il piatto doccia Tuff-Form, privo di barriere frontali, e il Mullen, interamente a filo terra, ma con una pendenza già predisposta per l’eliminazione dell’acqua e un bordo di tenuta per assicurare la massima impermeabilità tra il pavimento e la superficie sottostante. Quanti, invece, preferissero avere in dotazione una vasca potranno trovare il tipo più confacente alle proprie esigenze tra i modelli progettati espressamente da Civita Cromo per il bagno disabili: vasche angolari con apertura laterale e comode sedute integrate, e una vasca idromassaggio con porta trasparente a tenuta stagna, per la delizia di tutti. Volendo poi usufruire di una vasca preesistente, la si può dotare del sollevatore da vasca di Bagnoshop, utilizzabile anche per vasche profonde e corredata da imbottiture ergonomiche.

Per completare questo articolo vi riportiamo la normativa bagno disabili decreto ministeriale del 4 giugno 1989, n. 236