Dimensioni e ingombri dei sanitari e lavabi nel bagno

Dimensioni e ingombri dei sanitari e lavabi nel bagno

Quando pensi alla progettazione o alla ristrutturazione del tuo bagno le dimensioni della stanza in cui dovrai collocarlo sono un elemento condizionante. Lo spazio a disposizione per la stanza da bagno è tutt'altro che un dettaglio, e se stai pensando direttamente ai mobili da acquistare è opportuno fare un passo indietro e pensare prima di tutto ai pezzi che comporranno il tuo bagno. Soprattutto se vuoi divertirti a progettare da te questo ambiente ci sono alcune cose fondamentali che devi sapere e di cui dovrai tenere conto nella scelta dei sanitari.

Lo spazio del bagno

Lo spazio, soprattutto nelle case moderne è un elemento cruciale, che non consente molti compromessi. Il bagno principale nella maggior parte delle case è 3x3m e deve poter contenere almeno un lavandino, una vasca o una doccia entrambi nei bagni molto grandi, il bidet e la tazza. Bisogna poi pensare alllo spazio occupato dalle finestre, se ci sono e alla porta, che normalmente dovrebbe aprire verso l'esterno, ma non è detto. Con dimensioni maggiori ovviamente aumentano le opzioni a disposizione e potresti considerare una vasca a idromassaggio, il doppio lavabo e una doccia extra large. Potresti addirittura pensare di separare la zona wc dal resto del locale, aggiungendo maggiore privacy personale.

Bagno per gli ospiti

Problemi maggiori potrebbero esserci con i bagni per gli ospiti, o il secondo bagno, che può però contenere anche solo il lavandino e il wc e le cui dimensioni non possono abbassarsi a 120x120 cm. Perché? Per il motivo molto semplice che anche montando sanitari molto piccoli e dimensionati ad uno spazio ristretto devi considerare gli spazi minimi che devono esserci tra i pezzi e che ne garantiscono la fruibilità in tutta sicurezza.

Apertura della porta

Dovrai considerare che l'apertura della porta deve essere almeno di 86 cm di larghezza se vuoi essere sicuro che tutti gli elementi da montare la attraversino. Aperture più piccole, che devono avere almeno 61 cm di luce, ti condizioneranno fortemente nella scelta della misura dei sanitari anche se dovessi avere maggiori spazi a disposizione nel locale. Un'altra cosa che dovrai considerare è l'interferenza dell'apertura della porta che, nel caso apra verso l'interno, non deve interferire in alcun modo con elementi dei sanitari.

Misure e ingombri dei dei sanitari

La profondità standard del sedile del water dalle cerniere al bordo è di 40,5 cm. Un modello allungato avrà il bordo leggermente più lungo. Considera poi le dimensioni della vaschetta, quando è a zaino "vaso monoblocco", che portano la profondità totale a 66/74 cm. Anche in questo caso però, i produttori offrono diverse opzioni di risparmio di spazio. Dalla linea centrale del sedile del water alla parete, o all'ostacolo più vicino, si consiglia di mantenere una distanza di 55 cm: questo significa che, per ospitare un WC è necessaria un'area di 100 cm circa, spazio che consente di lasciare liberi 60/75 cm sul davanti. La distanza minima richiesta dalla linea del Wc fino all'ostacolo più vicino è di 40 cm, mentre dal bordo laterale del water al muro la distanza minima è di 20 cm. Queste misure valgono anche per il bidet. 

Spazio libero

Ogni stanza da bagno deve avere uno spazio libero di almeno 60/75 cm dal bordo anteriore di tutti i dispositivi (lavandino, WC, bidet, vasca da bagno/doccia) a qualsiasi apparecchio, parete, mobile, o altro tipo di ostacolo. Anche per l'altezza, vi sono delle misure che sono ritenute comode per convenzione. Nel caso del lavello un'altezza tra 76 e 119 cm è una misura comunemente utilizzata per gli adulti, ma a destra e a sinistra non devono esservi ostacoli. Le misure consigliate sono misure al di sotto delle quali architetti e arredatori consigliano di non scendere, per la fruibilità e la godibilità dell'ambiente e per un fatto di armonia tra gli elementi degli oggetti collocati nell'ambiente. Le norme sui requisiti essenziali stabiliscono misure obbligatorie anche inferiori.

Dimensione minima della doccia

La dimensione minima della doccia è di 76x76 cm, ed è da considerare l'apertura della porta quando c'è. La dimensione minima obbligatoria per la doccia è di 61 cm. Per gli adulti l'altezza della seduta tra 39 e 46 cm è considerata comoda nella maggior parte dei casi, fermo restando le distanze da mantenere a destra e a sinistra, la mancanza di ostacoli e, sul davanti uno spazio consigliato di 76 cm e obbligatorio di 51.

Detto questo, i produttori mettono sul mercato oltre ai prodotti di dimensioni standard una serie di alternative che possono adattarsi a piccole varianti.

Dimensioni e ingombi della vasca da bagno

Così, per esempio le vasche da bagno variano da 1 metro (o anche meno) fino a 180 cm. e in alcuni casi anche per la larghezza si arriva ad 1 metro. La dimensione standard della vasca da bagno è 170 cm con 70/75 cm di larghezza. Per i piccoli bagni esistono vasche che misurano 152 cm oppure, vasche extralarge 180 cmx80 cm, perfette per due.

Altezza del lavabo

L' altezza del lavabo standard o altezza del lavabo inizia a circa 76 cm di altezza e sale fino a 119 cm). A misure più basse la maggior parte delle persone adulte dovrà abbassarsi per usare il lavandino. Prova diverse altezze nei centri bagno per trovare l'altezza giusta per te. Proprio come, per fare un confronto i piani di lavoro standard della cucina sono a 92 cm.

Distanza e ingombri del Lavandino

Per quanto riguarda il lavabo singolo, è necessaria una distanza minima di 45 cm dalla linea centrale del lavabo alla parete o all'ostacolo più vicino. Ciò significa che è necessario un arco di 80 cm per il singolo lavabo. È richiesto un minimo di 10/20 cm anche dal bordo del lavabo alla parete o all'ostacolo più vicino. Davanti al lavabo lo spazio minimo di manovra in sicurezza è di 60/75 cm. Nel caso invece si opti per il doppio lavello, la distanza consigliata tra le due linee centrali dei lavabi è di 100 cm. Questo significa che, in termini di area, il doppio lavabo necessita di 200 cm.

Scelta degli elementi  bagno

Una volta che hai mentalmente inserito nel tuo bagno tutti gli elementi, a seconda delle misure non ti sarà difficile trovare ciò che si adatta ai tuoi spazi. Devi tenere presente ancora un paio di fattori, come l'ingombro della rubinetteria, gli accessori come porta rotolo, porta sapone ed eventuali mensole, gli interruttori, lo specchio sopra il lavello.

Se non riesci ad adattarti a tutte le unità che desideri, o pensi che la stanza sia troppo affollata, chiediti se hai davvero bisogno di tutto ciò che hai scelto o puoi spostare qualsiasi unità in un'altra stanza, ovvero spostare la doccia nell'angolo di una camera da letto. Se hai problemi di spazio e sei riuscito a rintracciare sul mercato i pezzi più piccoli in produzione ma hai ancora problemi con le misure puoi iniziare a pensare a spostare la posizione dei servizi esistenti.

Finestre e porte nel bagno

Tutti i servizi e le finestre / porte possono essere riposizionati - è solo il lavoro aggiuntivo che è coinvolto; l'ordine approssimativo dal più facile al più difficile è - elettricità, acqua, fognature (sopra il pavimento), blocco porte / finestre, scarichi sotto i pavimenti sospesi, scarichi sotto pavimenti solidi e porte / finestre mobili. Ovviamente potresti aver bisogno di assistenza professionale per spostare porte o finestre. Potresti considerare che la stanza da bagno avrà adeguatamente tutte le unità e potrebbe valere la pena di pensare se lo spazio potrebbe essere meglio utilizzato. Potresti dover infatti pensare a nuove pareti divisorie, nuove porte, nuove finestre. Ricorda che avrai bisogno di assistenza professionale e di un progetto regolarmente approvato solo se tocchi i muri portanti . In tutti gli altri casi i lavori di ristrutturazione del bagno non hanno bisogno di alcun approvazione o presentazione di progetto all'ufficio tecnico comunale.

Privacy e sicurezza

 Anche se in ogni casa il bagno viene scelto ed arredato secondo il nostro gusto estetico e le nostre esigenze di funzionalità non dovremmo dimenticare che ogni stanza da bagno deve essere progettata e costruita principalmente per sodisfare requisiti di igiene, sicurezza e privacy. I sanitari devono perciò essere sufficientemente facili da usare e mantenere puliti, non devono presentare pericoli per la salute e quindi devono essere posizionati in modo da ridurre al minimo i pericoli e dovremmo compiere agevolmente tutti i movimenti che attengono alla cura della nostra persona.

Il bagno è il luogo per eccellenza della cura dell'igiene personale, ma ciò che oggi diamo per scontato è in realtà il risultato di una lenta conquista dovuta alla tecnolgia e alla diffusione dell'acqua corrente e di un buon sistema fognario. La constatazione che le precauzioni igieniche avevano un effetto positivo sulla diffusione delle epidemie e sulla qualità della vita hanno portato i governi a imporre delle norme specifiche sulle stanze da bagno.

Un pò di Storia 

Il Italia, solo nel 1965 il bagno è diventato obbligatorio in ogni casa ma prima tutto ciò che serviva alla cura dell'igiene personale era collocato in vari altri ambienti, tra cui la camera da letto, con combinazioni e materiali che dipendevano molto dalla classe sociale e dalle condizioni economiche ma anche dalle aree geografiche. Presto si passò a preferire per i servizi igienici materiali come la ceramica, più igienici, più facili da pulire e producibili in serie quindi con un potenziale di diffusione piuttosto elevato rispetto alla ghisa, al rame o alla porcellana.