Come montare il box doccia

Come montare il box doccia

Farsi la doccia, anziché il bagno in vasca, è considerata da tutti la migliore soluzione per l'igiene personale e per il rispetto dell'ambiente. L'acqua della vasca, infatti, ristagnando, può diventare meno efficace nella pulizia della pelle. Inoltre, il quantitativo di acqua che si spreca facendo una doccia piuttosto che un bagno è davvero sensibilmente inferiore. Quindi, sarebbe opportuno che tutti avessero nella stanza da bagno una doccia. L'unico problema è che poi, quando ci si lava, si finisce con lo schizzare l'acqua dappertutto e alla fine si deve asciugare a pulire ogni cosa. Questo inconveniente però può essere facilmente evitato attraverso il montaggio di un box doccia.

Montaggio del box doccia

Un tempo, per montare un box doccia era necessario chiamare del personale specializzato che doveva eseguire dei lavori in muratura e questo era molto dispendioso. Al giorno d'oggi, invece, esistono parecchi box doccia preassemblati molto facili da montare anche con il fai da te, a patto che si abbia almeno un po' di dimestichezza con il bricolage. La prima cosa da fare, dunque, è acquistare il box doccia di cui si ha bisogno. Servono le misure dello spazio a disposizione, e soprattutto del piatto doccia di cui già si dispone. 

Attrezzi montaggio box doccia

Poi ci si devono procurare tutti gli attrezzi del mestiere, quindi i guanti da lavoro, il trapano, viti e stop per fissare le pareti scorrevoli alle pareti. Fondamentale è il silicone, che servirà da ultimo per sigillare bene tutte le parti del box in modo che non perdano acqua, e l'uso di una livella da muratore, di quelle con la bolla, che servono per garantire che ogni sezione sia fissata restando a squadro con il muro e con il pavimento.

Pulizia zona doccia

La prima cosa da fare è pulire con cura tutta la zona su cui si vuole montare il box, eliminando eventuali residui calcarei, in modo tale che il silicone aderisca meglio. Poi si procedere con le opportune misurazioni per decidere dove montare i profili del box, che sono le prime parti che vanno posizionate. In questa operazione è fondamentale l'utilizzo della livella. Nei punti decisi si deve fare un segno, perché lì andranno inseriti gli stop o gli appositi tasselli, dipende dal modello di box che si è acquistato.

Foratura delle piastrelle

Ora si può procedere con la realizzazione dei fori a parete usando il trapano. Se la parete è rivestita di piastrelle, bisogna prima fare una piccola scalfittura nel punto dive si deve trapanare, sennò la punta scivolerà via. Poi si posizionano i profili, inserendo le viti e verificando che tutto sia montato in modo molto solido e robusto.

Montaggio dei cristalli

L'operazione è quasi finita: non restano che pochi, semplici passaggi. Si possono infatti inserire le ante all'interno dei profili montati: se non stati messi a regola d'arte non ci sarà alcun problema. Da ultimo, per chiudere la struttura, bisogna posizionare gli angolari nella parte superiore e inferiore del box.

Siliconare il box doccia

Il lavoro è finito: ora è il momento di mettere il silicone, sempre indossando i guanti e usando l'apposita pistola dosatrice, in modo da sigillare ogni parte esterna del box. Il silicone di solito asciuga on otto ore. Per sicurezza, è bene aspettare che passi l'intera nottata, e la mattina dopo sarà possibile fare la doccia nel nuovissimo box appena montato!